Elezioni 2018

STORIA DEL TRENTINO

Per parlare dell’origine della nostra Provincia si può iniziare dalla nascita del Principato Vescovile di Trento, che per quasi otto secoli ha retto le sorti della nostra terra. La nascita del Principato Vescovile nel 1027 è una diretta conseguenza della ferrea politica feudale vigente all'epoca dell'imperatore Corrado II il Salico. I primi due secoli del millennio hanno rappresentato per il Principato un periodo di grande prosperità, nell'ambito della quale sono redatti i Patti Gebardiani, primo esempio di statuto democratico nel nostro territorio. Proprio con i Patti nasce, nel 1111, la Magnifica Comunità di Fiemme, prima gastaldia con governo popolare repubblicano non soggetto a vincoli di vassallaggio feudale o rurale. Il potere dei principi-vescovi, che si estende su un territorio sostanzialmente non difforme da quello dell'odierna Regione, si avvia verso l'apice con l'episcopato di Federico Wanga, che rafforza i diritti del Principato e ne tramanda le sovranità facendo redigere il “Codex Wangiano”. Seguono anni travagliati da lotte intestine, nate proprio da quella caratteristica - l'appartenenza al clero - che avevano fatto dei Principi Vescovi il baluardo vincente per un'egemonia imperiale, sempre in lotta contro gli istinti sovversivi delle grandi Casate laiche. Primo casato a esercitare quest'ufficio fu quello dei conti di Flavon, ai quali subentrano nel 1250 i conti del Tirolo, con i quali l'avvocazia diventa titolo ereditario acquistando tanto potere da rovesciare il rapporto di sudditanza connesso all'incarico. La delega di difesa delle sovranità vescovili si trasforma, così, nello strumento che porterà il Casato di Tirolo ad appropriarsi, pur con legittima investitura da parte del Principe vescovo, di gran parte dei Feudi trentini, ponendo le basi per quella che sarebbe diventata la Contea del Tirolo. La casata, che tanto aveva mutato gli equilibri di potere del Principato, si estingue nella seconda metà del 1300 con la morte di Mainardo III, erede di Margherita ultima contessa di Tirolo, la quale lascia i suoi possedimenti ai parenti più prossimi, i Duchi d'Asburgo. Da quel momento la nostra regione entra nell'orbita politica di quello che diventerà l'Impero Asburgico, che abbandonerà, in sostanza, soltanto con la Prima Guerra Mondiale...

Leggi tutto...